Alla scoperta della Ferrovia Fantasma

Ferrovia Fantasma ©Z. MunizzaC’era una volta una ferrovia che aveva un triste compito, quello di trasportare i defunti verso la loro ultima destinazione. I treni che la percorrevano svolgevano diligentemente il loro compito, fino a che un giorno la linea venne chiusa. Ripercorriamo insieme la Storia.

Nel 1909 Berlino si trova a far fronte alla continua mancanza di spazi da adibire ad aree cimiteriali. Viene presa la decisione di costruirne di nuovi alle porte della città, la scelta ricade sull’area di di Stahnsdorf.

Il cimitero di Südwestkirchhof è uno dei molti che nascono in quel periodo, per facilitare il trasporto delle bare, si progetta un’apposita linea ferroviaria che colleghi Wannsee direttamente con il cimitero.

Grazie agli accordi tra la chiesa evangelica e il servizio ferroviario prussiano, il tratto ferroviario lungo circa 4 chilometri inaugura nel 1913. La cosiddetta Friedhofsbahn, ferrovia del cimitero, presta regolarmente servizio fino alla fine della seconda guerra mondiale. Interrotta per il crollo del ponte sul Teltowkanal, distrutto dai bombardamenti alleati. Rimessa in funzione in tempi record nel ’48.

A mettere fine alla Friedhofsbahn è però un’altra guerra, paradossalmente nemmeno combattuta: la guerra fredda. I binari della linea transitano esattamente sul confine tra la DDR e Berlino Ovest, questo basta alle due amministrazioni per decretare la fine dello storico servizio.

Le stazioni lungo il percorso vengono prima abbandonate e poi demolite. I binari in gran parte smantellati e tutto è pian piano inghiottito dal bosco circostante. Location di famose serie, ve ne viene in mente qualcuna?

La ferrovia esiste ancora. Sopravvive ad una guerra mondiale e a più di cinquant’anni di abbandono, a ricordarci che la memoria non può essere cancellata facilmente, e che riviverla è ancora possibile.

Berlino Explorer crea un percorso lungo il tracciato della ferrovia fantasma di Stahnsdorf. Più che un tour una vera e propria avventura.

L’esplorazione offre scorci di un passato ormai perduto. Un viaggio nel tempo che parte dalla storia della Friedhofsbahn, fino ai resti di una vecchia area militare sovietica, incrociando quel che rimane di un tratto della Avus, autostrada interrotta dal passaggio del primo Ceckpoint Bravo.

L’itinerario rappresenta un’occasione unica per approfondire la storia di Berlino fuori dai canonici itinerari.

Alcune avvertenze per i partecipanti:
Il percorso si svolge su terreno accidentato (massicciata ferroviaria), si consigliano calzature chiuse e adatte ad una lunga passeggiata (circa 4 ore).
Non sono presenti punti ristoro, provvedere in maniera autonoma.
Munirsi di biglietto valido per la zona AB

Foto e ricerche a cura di ©Z. Munizza
Per prenotare questo o altri tour con Berlino Explorer scrivere a: berlinoexplorer@gmail.com
Per entrare nella Community di Explorer qui il link diretto per iscriversi alla Newsletter
Idea regalo: Buono per un Tour alla scoperta degli angoli nascosti di Berlino.

Video a cura di Space Vertigo ©F. Quaranta, assiduo Explorer che ringrazio per regalarci spesso chicche come questa.

No Comments

Post A Comment