Vektor, la nuova installazione cinetica di Bauder.

Vektor@Z.Munizza3Vektor. Memories in light & sound 

Da un mese e ancora fino al 7 aprile, è possibile immergersi nella nuova installazione cinetica di luce Vektor, ultimo lavoro audiovisivo del prolifico light artist Christopher Bauder

Dopo Skalar e Deep Web, Bauder torna a riempire di luci e suoni lo spettacolare spazio industriale della ex centrale elettrica, la Kraftwerk, cattedrale di cemento. ​​

Christopher Bauder, artista della luce, stupisce ancora.

Nella sua opera più intima e personale, fonde la luce cinetica di 50 laser in movimento con il paesaggio sonoro tridimensionale da lui composto, per creare un’installazione sinestetica.

Memories in light & sound. Momenti e ricordi della sua vita vengono elaborati in un’opera di light art astratta.

Un’esperienza unica per immergersi in un paesaggio sonoro e di immagini affascinanti. 

In omaggio alla sua fascinazione per i principi matematici, Vektor completa il trittico che Bauder sviluppa nell’apocalittico scenario della Kraftwerk.

Con la nuova imponente installazione, l’artista mette in mostra un esperimento su larga scala che esplora il suo mondo intimo fatto di pensieri e sentimenti.

Uno scheletro centrale composto da elementi in movimento che sparano laser, inondando lo spazio, disegnano sulle pareti di cemento, ora costellazioni immaginarie, ora le onde del mare. Danzando con la musica, i tagli luminosi dei laser nell’oscurità cavernosa della fabbrica, formano una scultura tridimensionale sempre diversa.

Vektor@Z.Munizza2Sculture architettoniche spaziali di laser in sincrono con il suono, immergono lo spazio sconosciuto.

Una moltitudine di sorgenti luminose si muovono nell’enorme cattedrale di cemento, intrecciandosi in un unico sinuoso organismo di pura luce.

L’esperienza non ha una fine e un inizio definiti nel tempo.

Ci si può fermare, camminare,  sedersi o  sdraiarsi , senza soluzione di continuità. Immersi in uno spazio permeato dal continuo flusso di luce, movimento e suono, che cambiano continuamente,  si può trovare un’individuale prospettiva.

Per la prima volta, Bauder è anche compositore della colonna sonora multicanale dell’opera. Le campane lontane della chiesa riportano alla sua infanzia in campagna, il suono del mare porta nella sua isola dei sogni, e i riferimenti ai primi brani techno ricordano le notti passate nei club underground nella Berlino di fine degli anni ’90.

Il potere trasformativo di VEKTOR può essere sperimentato anche durante la performance dal vivo, per ora unica data il 15 marzo

Nelle esibizioni dal vivo, Bauder realizza una versione estesa dell’installazione in termini di tempo e regia, seguendo una drammaturgia simile a un concerto e orchestrando i parametri visivi e musicali dell’opera.

La fusione tra beat, sound design e visuals performative, gioca un ruolo centrale quando Bauder e i musicisti, interagiscono con la luce e il suono durante il concerto dal vivo.

Vektor@Z.Munizza1Per immergersi in un’esperienza ipnotica di spazio e tempo.

Vektor – Memories in light & sound 1 febbraio – 7 aprile 2024
Kraftwerk Berlin Köpenicker Straße 70, 10179 Berlin

Per chi non fosse a Berlino in questi giorni, consiglio di visitare Dark Matter. Mostra permanente composta da sette diverse installazioni multimediali, con spettacoli di luce audiovisivi immersivi.

Un’atmosfera in ogni stanza, per intraprendere un viaggio attraverso l’oscurità e la luce in sette capitoli.

Foto e ricerche a cura di @Z. Munizza.

Tour dal vivo e virtuali. Per info: berlinoexplorer@gmail.com
Per entrare nella Community di Explorer qui il link diretto per iscriversi alla Newsletter
Idea regalo: Buono per un Tour alla scoperta degli angoli nascosti di Berlino.

No Comments

Post A Comment